ESTETICA DELLA PARTECIPAZIONE. PAVEL FLORENSKIJ: LA VITA COME OPERA D'ARTE - RELATORE: MAURO BELTRAMI

10.09.2018 21:00

Il mondo russo ha da sempre riconosciuto nell’arte una via d’accesso privilegiata alla dimensione conoscitiva dell’individuo, rivolta sia dentro che fuori di lui, verso ciò che configura e dirige la sua appartenenza ad un orizzonte di senso che lo include.

Pavel Florenskij, in perfetta sintonia con la tradizione cristiano-ortodossa, come un cristallo purissimo, riflette pienamente la natura simbolica del suo messaggio e getta un ponte tra le rive del mondo greco e quello successivo della cristianità, tra la dimensione scientifica del sapere e quella spirituale dell’agire.

Questo ponte è concretamente possibile grazie alla logica della partecipazione che riunisce in sé l’essere, il pensare ed il fare e contraddice senz’altro sia la logica soggettiva della creazione artistica, che quella positivista dell’osservazione neutrale ed oggettiva dei ‘fatti’.

La realtà vivente della partecipazione diviene così il cardine centrale su cui ruota l’intera visione del mondo florenskijana, articolata in tutta la polifonia delle sue voci; come già prima di lui riconobbe Gregorio Palamas, il divino diviene conoscibile – e partecipabile – non in sé, ma attraverso gli atti che ispira a coloro che se ne rivelano degni.

 

Per il mese di settembre il Caffè Filosofico sarà ospitato dal Cafe Gallery.

 

 

 

Mauro Beltrami è educatore professionale impegnato da anni con i minori, nel distretto sanitario di Piacenza ovest con sede a Borgonovo val Tidone. Si è laureato in Filosofia nel 2002 a Pavia, con una tesi sull’empirismo inglese, in Antropologia ed Epistemologia delle religioni nel 2006 ad Urbino, con una tesi sul rapporto tra Bergson e Florenskij ed in Scienze dell’educazione nel 2015 a Piacenza, con una tesi sul pensiero estetico e metafisico di Florenskij.

È autore del saggio Estetica della partecipazione. Pavel Florenskij: la vita come opera d’arte (IPOC, Milano 2017).

Da circa 15 anni svolge anche l’attività di formatore insegnando Filosofia comparata agli adulti (Università popolare “Auser” di Piacenza/Università popolare e della terza età di Crema/Università Palatina di Cortemaggiore). Dal 2018 inoltre è fondatore della scuola filosofica per adulti Work in progress, con sede presso la Scuola di lingue straniere, in via Cabrini 10 a Codogno (Lo).

Dibattito

Nessun commento trovato.

Nuovo commento